NITRANT 2014

Progetto Nitrant - Antenna Nitrati...

Read More

FLOROBASCO

Filiere alternative nel florovivaismo per ridurre gli inquinanti e produrre energia...

Read More

REDAFI

Aree Forestali di infiltrazione e riduzione di azoto da digestati....

Read More

FATA

Fitodepurazione delle acque per il trattamento dell'Azoto....

Read More

BIOFITO

Trattamento integrato di reflui zootecnici per la riduzione dei nutrienti....

Read More

Obiettivi

Il Progetto intende approfondire e valutare le soluzioni attualmente disponibili per ridurre l’inquinamento delle acque di falda derivante dall’utilizzo dei reflui zootecnici su terreni agricoli nell’ambito del bacino scolante della laguna di Venezia.

La Direttiva Nitrati impone il rispetto di limiti quantitativi inferiori a quelli normalmente praticati dalle aziende agrarie; in particolare, nelle zone designate come vulnerabili ai nitrati, le quantità impiegabili sono state sensibilmente ridotte. Queste disposizioni spingono gli allevatori, che fino ad oggi hanno privilegiato l’uso agronomico come soluzione allo smaltimento degli effluenti di allevamento, a prendere sempre più in considerazione i sistemi integrativi o alternativi per ridurre l’onere che devono sostenere per la loro corretta gestione.

Partendo da tali premesse, il progetto prevede lo studio e la sperimentazione di soluzioni che permettano alle aziende di operare entro i limiti della Direttiva Nitrati, conferendo i reflui zootecnici a centri aziendali o consortili di trattamento, a impianti di depurazione in via di dismissione, a impianti di digestione anaerobica con trattamento a valle del digestato mediante diverse tecnologie di abbattimento/valorizzazione dell’azoto.
 
OBIETTIVI
Attraverso la ricerca si vogliono analizzare percorsi modello per il trattamento dei reflui zootecnici in grado di consentirne il miglior recupero e trasformarli in una risorsa per l’ambiente considerando anche le possibilità di valorizzazione energetica (produzione di biogas a monte del trattamento) e di valorizzazione agronomica degli effluenti attraverso la produzione di fertilizzanti organici da trattamenti conservativi dell’azoto. Vengono pertanto valutate diverse metodologie di riduzione del carico di nutrienti, tra cui anche impianti di fitodepurazione.
L’obiettivo è quello di creare le condizioni per una gestione integrata degli effluenti di allevamento mettendo in atto strumenti idonei per monitorarne i bilanci a livello territoriale più ampio.
Le azioni previste dal progetto sono riconducibili alle tematiche di seguito esposte:
  • Indagine conoscitiva dell’effettiva produzione di nutrienti, ed in particolare di azoto, da parte degli allevamenti nell’area del bacino scolante della laguna di Venezia con la realizzazione di carte tematiche.
  • Logistica e conferimento dei reflui zootecnici a monte, tramite analisi delle possibilità di movimentazione verso centri di conferimento, e a valle degli impianti di trattamento con relativo studio dei possibili utilizzi dei reflui digestati o trattati. La ricerca includerà lo studio di esempi pilota nel territorio veneto.
  • Analisi di tecnologie innovative di trattamento atte a ridurre e valorizzare l’apporto di nutrienti, con particolare riferimento all’azoto, e conseguente valutazione della sostenibilità tecnico economica. Questo tema è il cuore della ricerca e punta a definire le soluzioni impiantistico-gestionali finalizzate a ridurre il carico inquinante dei reflui tenendo in considerazione la possibilità di valorizzare il prodotto dal punto di vista energetico, prima del trattamento di abbattimento/valorizzazione dell’azoto.
  • Analisi degli strumenti economico-finanziari e gestionali finalizzati alla realizzazione dei processi di trattamento dei reflui con studio di modelli di gestione consorziata o comprensoriale in un’ottica di filiera integrata.