Settore zootecnico

La consistenza zootecnica sul territorio regionale, riferendosi alle stime più recenti (dati Progetto Probio-Biogas, 2008), è di circa 1.301.760 capi, di cui il 64 % sono bovini, il 28,6% suini ed il 4% ovocaprini. Si valutano, inoltre, oltre 60,5 milioni di avicunicoli.
La quantità totale di reflui zootecnici prodotta a livello regionale è deducibile a partire dalla consistenza zootecnica e si stima sia pari a 6,5 milioni di m3 di liquame e una quantità complessiva di letame, da zootecnia e avicoltura, di 4,8 milioni di tonnellate. Le provincie in cui si ha una maggiore produzioni di deiezioni sono: Verona con il 29,5% del liquame totale prodotto in regione ed il 29,6% di letame, Treviso con il 19,1% di liquame ed il 16,9% di letame, Vicenza con il 18,4% di liquame ed il 17,1% di letame e Padova con il 17,3% di liquame ed il 19,35% di letame. Per il letame esiste una differenza inferiore tra una provincia e l’altra.
Il Programma straordinario di intervento per l’attuazione della direttiva nitrati nel Veneto ha individuato, a livello provinciale e di singolo comune, gli ambiti territoriali in cui gli allevamenti producono un surplus di azoto, rispetto ai limiti previsti per le zone vulnerabili e non vulnerabili dalla direttiva comunitaria e dal decreto ministeriale. Dal Programma emerge che la provincia di Verona è contraddistinta da un surplus di azoto pari a 14.536 t, la provincia di Padova da un surplus di 4.067 t, mentre le provincie di Treviso e Vicenza risultano caratterizzate da un surplus di 3,500 t.
Per quel che riguarda invece i dati a livello provinciali riferiti alle singole specie, emerge che il 60% circa del surplus di azoto regionale deriva da allevamenti bovini, interessando, in modo decrescente, principalmente le province di Verona, Vicenza, Padova e Treviso. Il 28% del surplus regionale concerne, invece, il settore avicolo concentrato per oltre il 65% nella sola provincia di Verona. Il 10% del surplus regionale riguarda, infine, il settore suinicolo che, per oltre la metà, si colloca in provincia di Verona.