Disidratazione/essicazione

Descrizione tecnologia:
Tecnologia utilizzata per ridurre il contenuto di umidità dei reflui zootecnici e/o del digestato, tal quali o nella loro frazione solida (previa separazione solido/liquido). La riduzione del contenuto in H2O si ottiene somministrando calore al materiale sottoposto a trattamento, cosicché la disidratazione/essiccazione viene inclusa tra i processi fisico-termici. Occorre notare che la stessa somministrazione di calore che causa disidratazione/essiccazione, causa fenomeni di strippaggio a carico della componente ammoniacale presente nel refluo/digestato. Il risultato finale del processo di disidratazione/essiccazione è quindi l’ottenimento di un refluo a minor contenuto di umidità. Tale refluo sarà anche caratterizzato da un minor contenuto di azoto rispetto al materiale in ingresso all’impianto di disidratazione/essiccazione. La differenza nel contenuto di azoto tra materiale in entrata ed in uscita sarà data dalla quantità di azoto volatilizzata (strippata), da trattare con opportuni sistemi di scrubbing. In aggiunta al refluo disidratato/essiccato e più o meno impoverito della componente ammoniacale, si potrà pertanto ottenere una soluzione/sale cristallino ricca/o di azoto (es. (NH4)2SO4, NH4NO3).

Attuali ambiti di applicazione:
La tecnologia è talmente da non poter parlare di un settore specifico di diffusione o applicazione. Restringendo il campo ad applicazioni riconducibili a quelle riguardanti il trattamento di reflui zootecnici e/o del digestato, il trattamento di disidratazione/essiccazione è particolarmente diffuso nel settore della gestione dei rifiuti (es. pretrattamenti che precedono la combustione/incenerimento).

Grado di sviluppo nel settore zootecnico:
Maturità commerciale per il trattamento in particolare di deiezioni avicole (es. trattamento di disidratazione che avviene già all’interno delle strutture di allevamento delle galline ovaiole, trattamento di disidratazione/essiccazione su reflui avicoli condotto da ditte specializzate nella produzione di fertilizzanti organici a partire da tali matrici, ecc.).

Matrici trattate:
Reflui avicoli tal quali o previamente stabilizzati (es. mediante applicazione del processo di compostaggio), digestato tal quale, fase solida derivante da trattamento preliminare di separazione S/L applicata a liquami zootecnici e/o digestato. Le matrici sottoposte a disidratazione/essiccazione oggetto di studio nell’ambito del Progetto, sono costituite da: deiezioni avicole compostate; frazione solida del digestato ottenuto dalla co-digestione di silomais, pollina e scarti di uova, frazione solida del digestato ottenuto dalla co-digestione di silomais, pollina e scarti di uova; insilato di mais, triticale, letame bovino, liquame bovino, sottoprodotti agro-industriali. Dal punto di vista del composto azotato trattato in maniera specifica dal processo di disidratazione/essiccazione, esso è riconducibile alle forme azotate in soluzione (per lo più ammoniacali) di cui il calore di processo determina la volatilizzazione (stripping) e che quindi richiedono l’adozione di opportuni sistemi di “lavaggio” (scrubbing), ad esempio mediante complessazione con soluzioni di acidi forti.

Prodotti ottenuti:
Il prodotto finale è un refluo a minor contenuto di azoto ammoniacale e di umidità, quindi di ridotto volume (più facilmente trasportabile) e stabilizzato dal punto di vista microbiologico (più facilmente manipolabile). L’utilizzazione agronomica di un refluo sottoposto a processo di disidratazione/essiccazione dovrebbe assicurare minori emissioni di ammoniaca.

Posizione nella linea di trattamento:
La disidratazione/essiccazione, qualora introdotta in un sistema di gestione dei reflui zootecnici, rappresenta una tecnologia di trattamento finale ovvero antecedente la fase di combustione o pirolisi o gassificazione. Nell’ambito del Progetto, azioni di monitoraggio specifiche sulla disidratazione/essiccazione riguardano le seguenti linee di trattamento:
[Deiezioni avicole] --> Compostaggio --> Estrusione --> Essiccazione
[Insilato di mais, Pollina, Scarti di uova] --> Digestione Anaerobica --> Digestato --> Separazione S/L (compressione elicoidale) --> Estrusione --> Essiccazione
[Insilato di mais, Triticale, Letame bovino, Liquame bovino, Sottoprodotti agro-industriali] --> Digestione Anaerobica --> Separazione S/L (cilindri rotanti) --> Fase S --> Essiccazione su letto di essiccazione