Compostaggio

Descrizione tecnologia:
Tecnologia utilizzabile per produrre fertilizzanti commercializzabili in base al Decreto Legislativo 217 del 29 aprile 2006 e successive modifiche e integrazioni. Tale tecnologia consiste in un processo di bioconversione di tipo ossidativo, termofilo ed esotermico che avviene in condizioni controllate a carico di matrici organiche in fase solida. Esso evolve attraverso due fasi: (a) Bio-ossidazione/stabilizzazione, fase che avviene generalmente in reattori differenti per caratteristiche tecnologiche ed impiantistiche. Durante la bio-ossidazione si sviluppa una consistente quantità di calore, si registra un notevole consumo di ossigeno, si assiste ad un rapido abbattimento della fermentescibilità e si raggiungono alte temperature che permettono l’igienizzazione dei materiali; (b) Maturazione che porta alla produzione di acqua, anidride carbonica, calore e compost. Tale fase consiste in una lenta trasformazione della sostanza organica, caratterizzata da breve esotermia, incremento dell’umificazione e scomparsa di fitotossicità, scomparsa necessaria al fine di rendere il compost un materiale adatto alla crescita vegetale.
Di particolare interesse è l’azione di igienizzazione operata dalla prima fase del processo di compostaggio, grazie all’auto-riscaldamento naturale provocato dall’attività microbica esotermica. L’igienizzazione consiste nella disattivazione degli agenti patogeni per l’uomo e per le colture, nonché dei semi vitali, all’interno delle matrici organiche in corso di trasformazione.

Attuali ambiti di applicazione:
Settore della gestione dei rifiuti (maturità commerciale).

Grado di sviluppo nel settore zootecnico: Maturità commerciale ed elevata diffusione per il trattamento in particolare di deiezioni avicole (avicoli allevati su lettiera); maturità commerciale e diffusione in generale per il trattamento delle deiezioni di animali allevati su lettiera e per il trattamento della frazione solida dei reflui zootecnici dopo separazione S/L.

Matrici trattate:
Reflui avicoli tal quali (avicoli allevati su lettiera), reflui zootecnici di animali allevati su lettiera, digestato tal quale, fase solida derivante da trattamento preliminare di separazione S/L applicata a liquami zootecnici e/o digestato, liquami zootecnici mescolati con matrici organiche ad alto contenuto in sostanza secca. Le matrici sottoposte a processo di compostaggio oggetto di studio nell’ambito del Progetto sono costituite da: deiezioni avicole, deiezioni suine. Dal punto di vista del composto azotato trattato in maniera specifica dal processo di compostaggio, esso è riconducibile alle forme azotate organiche.

Prodotti ottenuti:
Il prodotto finale è un compost che, se prodotto correttamente, risponde ai requisiti stabiliti dal Decreto Legislativo 217 del 29 aprile 2006 e successive modifiche e integrazioni, e pertanto può essere commercializzato come fertilizzante. I composti azotati formati nel corso del processo di compostaggio, se correttamente condotto, dovrebbero essere fondamentalmente riconducibili alle forme di azoto minerale (NH4+, NO2-, NO3-). Possibili prodotti intermedi e/o finali derivanti dall’applicazione del trattamento di compostaggio sono costituiti da ammoniaca (NH3(g)) e ossidi di azoto, tra cui va ricordato il protossido di azoto (N2O(g)), potente gas serra, che può prodursi in condizioni di anaerobiosi (processo di compostaggio non correttamente concluso o gestito).

Posizione nella linea di trattamento:
La tecnologia del compostaggio, qualora introdotta in un sistema di gestione dei reflui zootecnici, rappresenta una tecnologia di trattamento finale. Nell’ambito del Progetto, azioni di monitoraggio specifiche sul processo di compostaggio riguardano le seguenti linee di trattamento:
  • [Deiezioni avicole] --> Compostaggio (deiezioni avicole prodotte da varie specie allevate: tacchini, boiler, galline ovaiole). (Monitoraggio su impianto a scala reale).
  • [Deiezioni avicole] --> Compostaggio --> Estrusione --> Essiccazione. (Monitoraggio su impianto a scala reale).
  • [Liquami suini] --> Miscelazione con materiale ad elevato tenore di sostanza secca --> “Compostaggio”. (Monitoraggio su impianto a scala reale).

[scarica la pagina in formato .pdf]